Una brutta esperienza editoriale

Vorrei raccontare una storia, l’anno scorso proprio in questo periodo d’accordo con l’autrice di un testo da me illustrato, iniziamo a spedire ad alcune case editrici il nostro progetto di libro. Una casa editrice ci risponde dicendo che il progetto piace molto e vorrebbero pubblicarlo! Fantastico, mancavano un paio di settimane a Bologna, fissiamo un appuntamento per conoscerci e vedere alcuni originali. A Bologna ci accordiamo, per giugno il libro sarà pubblicato. Io e l’autrice siamo felicissime, per me abituata a lavorare con un’ agenzia e all’estero, sembra un sogno poter pubblicare un albo illustrato in Italia, e di aver gestito da sola il tutto. Trascorsa una settimana il contratto non arriva, ma siamo tranquille, l’autrice ha già lavorato con questa casa editrice, non c’è da temere…Mi viene chiesto di spedire la copertina per la stampa del catalogo, eseguo. Arriva Pasqua subito dopo devo consegnare tutti gli originali. Chiedo del contratto, tra una settimana spediamo, mi fido ancora, stupidamente, ingenuamente, poco professionalmente. Spedisco tutte le illustrazioni…c’è da fidarsi, parliamo dell’impaginazione, spediamo via mail i dati fiscali per il contratto…tutto sembra procedere correttamente o quasi. Il libro è prenotabile online sui siti delle case editrici. Passa Giugno, il libro non esce. Viene rimandata l’uscita a Settembre, va bene, tornate dall’estate lo gusteremo con più piacere. Anche a Settembre il libro non esce, ci viene detto che verrà pubblicato a Novembre, meglio ancora è vicino a Natale, ci illudiamo. Del contratto nemmeno l’ombra, ma continuiamo a fidarci, abbiamo preso un impegno e poi ci hanno assicurato che il libro uscirà a Natale, ormai abbiamo spedito tutto. Niente, questa volta siamo arrabbiate, ma altre scuse di tipo commerciale, altre promesse sull’arrivo del contratto, e l’uscita del libro prima della Fiera di Bologna, ci illudiamo ancora una volta. 10 Gennaio, ultima telefonata:

“ Il 20 di Febbraio al massimo il libro esce”

Forse abbiamo voluto crederci fino alla fine, perché non puoi pensare che qualcuno possa prenderti così in giro, invece è vero, qualcuno può! Giovedì, scorso l’ultima telefonata l’ultima mail…Altre scuse, altro interesse, ma la disponibilità a rinunciare all’opzione in caso si trovi un altro editore disposto a pubblicare. Basta, ritiriamo il progetto, siamo state prese in giro abbastanza!!!Ora riprendiamo in mano il nostro progetto e si riparte…E’ stata una brutta esperienza…restano le tante mail, la grande delusione e il rammarico per esserci fidate di queste persone…



I commenti sono chiusi.